Si può fare

Chi siamo

La Cooperativa Sociale Si Può Fare Onlus nasce formalmente il giorno 26 gennaio 2016 quale naturale sbocco della più che ventennale esperienza dell’Associazione di Volontariato La Centralina Onlus.

L’Associazione, da parte sua, nasce nel 1991 con sede legale nella vecchia centrale Sem (Società Elettrica Morbegnese) in località San Bello (Civo), su iniziativa di “un gruppo di amici” guidati da Don Diego Fognini. Il suo scopo principale è sempre stato aprire le porte a quelle persone che si trovavano in situazioni di disagio, con il tempo l’ospitalità si è formalizzata in un accoglienza residenziale per persone con problemi di dipendenza e un accoglienza diurna per persone con disagio psichico. La presenza di personale specificatamente formato, che ha accresciuto la nutrita compagine di volontari dell’Associazione, ha portato le accoglienze verso la nuova sede sita in località Cermeledo (Morbegno), più capiente, e al riconoscimento di ente titolare accreditato da Regione Lombardia.

Dopo un analisi dei bisogni emergenti e verificando la necessità di dare seguito al lavoro svolto, ci si rende conto che per rispondere in maniera efficace alle persone incontrate si rende necessario un contesto che sia in grado di offrire concrete opportunità, anche di lavoro. I membri del consiglio direttivo dell’Associazione, preso atto dell’impossibilità di continuare a gestire le strutture accreditate attraverso un’organizzazione di volontariato, hanno intrapreso uno specifico studio al fine di comprendere quale forma societaria fosse in grado di rispondere alle necessità emergenti.

Il risultato è la nascita di una Cooperativa Sociale di tipo misto A e B, un soggetto in grado di scindere la gestione dei servizi socio-sanitari tipici del ramo d’azienda di Tipo A dagli inserimenti lavorativi caratteristici del ramo d’azienda di Tipo B (per la nostra realtà inerenti al campo agricolo attualmente in espansione). Nasce così la Si Può Fare Cooperativa Sociale Onlus alla quale La Centralina Onlus (titolare dell’accreditamento delle unità di offerta Comunità Pedagogico Riabilitativa e Centro Diurno Psichiatrico) affida la gestione dei servizi.

 

Allo stato attuale i servizi accreditati a La Centralina Onlus e gestiti dalla Cooperativa Sociale Si Può Fare Onlus sono:

  • Comunità Pedagogica Residenziale “La Centralina”: rivolta al recupero di ragazzi maggiorenni con problemi di dipendenza (sostanze stupefacenti e alcol). La comunità collabora altresì con L’U.e.p.e. Como (Ufficio per l’Esecuzione Penale Esterna) dando la possibilità a detenuti maggiorenni di sesso maschile di affrontare un percorso detentivo alternativo volto ad una riabilitazione educativa;
  • Centro Diurno Psichiatrico “Casa del Sole”: collabora con il dipartimento di salute mentale dell’A.O.V.V. che risponde ad un disagio mentale che colpisce sia uomini che donne maggiorenni. Il servizio si rivolge giornalmente a 6 persone che dal lunedì al venerdì si dividono tra momenti di risocializzazione, ludici, educativi, terapeutici e di lavoro in maniera protetta e strutturata.

 

Inoltre la Si Può Fare Cooperativa Sociale Onlus gestisce direttamente:

  • Housing sociale: n° 4 appartamenti di diverse metrature per fornire risposte al disagio abitativo sia di singoli individui che di piccoli nuclei famigliari. In queste abitazioni gli ospiti sperimentano alcuni momenti con il personale strutturati due/tre volte a settimana (a seconda dell’esigenze) con l’intento di verificare un proficuo cammino verso l’indipendenza. L’offerta abitativa prevede altresì una progettualità nella storica struttura di San Bello che, attualmente, accoglie 4 persone in situazione di media intensità assistenziale. Durante la giornata gli ospiti vengono impegnati nelle attività ergoterapiche mentre durante la fascia serale è prevista la presenza di un operatore con il quale vengono affrontate sia le attività domestiche che i momenti ludici (organizzazione della cena, pulizie, giochi serali, uscite per appuntamenti teatrali o cinematografici, ecc.).
  • Centro Accoglienza Straordinaria per Migranti sorto su richiesta della Prefettura di Sondrio. Accogliendo presso la struttura di Cermeledo (nel comune di Civo), presso la casa di Regoledo (10 posti a Cosio Valtellino) come in altri appartamenti. La tipologia di acccoglienza varia a seconda delle esigenze del singolo migrante o dei nuclei familiari ospitati. 
  • Laboratorio ergoterapico “Si Può Fare”: questa attività rappresenta la colonna portante del progetto cooperativistico del ramo “B”. Nello specifico sono attivi allevamenti di maiali, ovini, caprini, bovini e galline ovaiole che forniscono opportunità di prodotti alimentari destinati al consumo comunitario e alla vendita. Parallelamente sono presenti anche equidi (asini e cavalli) destinati alle attività assistite con animali rivolte a soggetti con particolari criticità psichiche. Oltre al settore animale è presente una sezione dedicata alla coltivazione di prodotti florovivaistici e ortofrutticoli (prodotti orticoli, piante da frutto, olivi, viti, ecc.). L’attività agricola vuole rappresentare un punto fermo in ambito educativo dove i ragazzi, siano essi inseriti nel percorso riabilitativo comunitario o in un contesto di inserimento lavorativo, affrontano il mondo del lavoro in maniera protetta e mediata. All’interno del laboratorio agricolo sperimentiamo anche le seguenti attività:
    • Fattoria didattica condotta dagli ospiti del centro diurno e rivolta a bambini dell’asilo e della scuola primaria;
    • Attività assistite con animali rivolte a soggetti con disagio psichico e/o fisico e bambini;
    • Laboratori di falegnameria, sartoria e trasformazione di frutta e verdura (in via di attivazione) svolto da soggetti in condizione di disagio sotto la supervisione educativa;